Home » “Essere genitori di pre adolescenti e adolescenti oggi”: Biologi in campo a Vergiate per parlare dei giovani

“Essere genitori di pre adolescenti e adolescenti oggi”: Biologi in campo a Vergiate per parlare dei giovani

di Ufficio Stampa
1,6K views

Quanto è difficile essere genitori di pre adolescenti e adolescenti oggi? Si è parlato di questo, lo scorso 19 maggio, con la dott.ssa Pamela Albertipsicologa (responsabile dello Spazio Adolescenti presso l’’Azienda Speciale Servizi Sanitari di Vergiate), e la dott.ssa Fiorella BarocciBiologa (nonché consigliera dell’Ordine dei Biologi della Lombardia), nell’ambito di un evento organizzato dal Comune di Vergiate (Varese) con il patrocinio dell’Ordine dei Biologi della Lombardia.

IL “PUNTO” SULL’ADOLESCENZA
L’incontro-dibattito, che ha visto, tra gli altri, anche la partecipazione (per i saluti istituzionali) del dott. Rudy Alexander Rossetto, presidente dell’OBL (collegato via web), è andato in scena nella Sala Polivalente di via Cavallotti, e ha costituito l’occasione per fare “il punto” su una delle fasi più importanti della vita degli esseri umani: l’adolescenza, appunto.

MOMENTO UTILE DI SCAMBIO-CONFRONTO TRA PROFESSIONISTI
L’appuntamento vergiatese ha destato molto interesse (nonostante il maltempo, la sala era gremita) rivelandosi un interessante ed utile momento di scambio tra professionisti della sanità.

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE DELL’OBL ROSSETTO
“Come Ordine regionale, siamo orgogliosi di aver patrocinato un evento come questo. E’ infatti importantissimo fare formazione ai ragazzi ma anche ai genitori. Siamo soddisfatti, inoltre, anche della presenza combinata dell’OBL con altri professionisti del pianeta sanità (come in questo caso gli psicologi)” ha detto il presidente dell’OBL Rossetto nel suo intervento. “Ci tenevo, in ogni caso, a far sentire la vicinanza ed il supporto del nostro Ente impegnato, in queste settimane, nel Progetto Scuola“.

“CAMICI BIANCHI” NELLE SCUOLE E NELLE UNIVERSITA’
Un’iniziativa importante “che ci sta vedendo presenti dalle scuole primarie fino alle università dove ci stiamo recando per spiegare cosa fanno i Biologi, toccando temi particolari, richiesti dagli stessi istituti”. Temi come ad esempio: “le dipendenze, i disturbi alimentari, la nutrizione e tanto altro ancora” ha aggiunto Rossetto.

CRISI ADOLESCENZIALI: IL PUNTO DI VISTA DEI BIOLOGI
Il rappresentante dei Biologi lombardi ha quindi lasciato la parola alla dott.ssa Barocci, “consigliera dell’OBL e grande professionista, la quale – ha detto Rossetto – vi spiegherà anche perché i ragazzi, in fase adolescenziale, hanno questi cambi di umore”. Al di là dell’aspetto legato alla psicologa, infatti, “anche noi Biologi – ha chiarito il presidente – siamo in grado di fornire qualche informazione in più per quanto concerne, ad esempio, la parte anatomica-istologica e ormonale dei giovani che pure può agire sul loro comportamento”. “Capirlo, come genitori, è importante per saper trattare meglio i nostri figli che spesso manifestano delle instabilità non essendo più bambini ma neanche ancora adulti” ha rilanciato Rossetto.

LE NOSTRE COMPETENZE AL SERVIZIO DEI GIOVANI
Dal rappresentante dei Biologi lombardi è infine arrivato un invito a portare avanti iniziative come quella di Vergiate: “fatelo – ha sottolineato ancora Rossetto – e noi saremo con voi, perché i ragazzi sono il nostro futuro e noi, da genitori e professionisti, abbiamo il diritto e il dovere di mettere tutte le nostre competenze al loro servizio, così da farli crescere nel modo migliore”.

UNA COMUNITA’ ACCOGLIENTE E PARTECIPANTE
Dal canto suo, la dottoressa Barocci ha riferito di aver trovato la comunità vergiatese “davvero bella, accogliente, partecipante ed interessata agli argomenti proposti. L’idea di associare due professionalità e due punti di vista, Biologi da una parte, psicologi dall’altra, si è rivelata vincente potendo così fornire qualcosa di diverso per i genitori”.

Scarica la locandina

Adolescenti in sala
Il pubblico presente
Barocci e Alberti
Libri e pubblicazioni

Articoli correlati

Lascia un commento