Home » Notte Blu, la campionessa Olimpica Rabbolini alla convention dei biologi lombardi. Il presidente Rossetto (OBL): “Martina, forza esemplare. Fierezza ed orgoglio di essere se stessi”

Notte Blu, la campionessa Olimpica Rabbolini alla convention dei biologi lombardi. Il presidente Rossetto (OBL): “Martina, forza esemplare. Fierezza ed orgoglio di essere se stessi”

di Ufficio Stampa
370 views
Sul palco della “Notte Blu” dei Biologi lombardi c’era anche la campionessa Olimpica Martina Rabbolini. Particolarmente emozionata, la nuotatrice (specialità: 400 stile libero, 200 misti, 100 rana, 100 dorso) è stata accolta dal dott. Rudy Alexander Rossetto, presidente dell’Ordine dei Biologi della Lombardia, il quale ha raccontato alla platea l’episodio che ha consentito all’atleta di venire in contatto con l’OBL. Ebbene, galeotto, fu “Tutorship“, il progetto voluto e organizzato dallo stesso Ordine lombardo con l’obiettivo di sostenere i candidati che affronteranno l’esame di Stato.
IL GESTO DI MARTINA
Era accaduto che durante la simulazione della prova d’esame la dott.ssa Rabbolini avesse tenuto la telecamera spenta. A quel punto le era stato chiesto di accenderla e quando lei – che è non vedente dalla nascita – lo aveva fatto, non aveva proferito parola che potesse giustificarla, continuando a seguire la simulazione. “Questo atteggiamento – ha spiegato Rossetto – ha delineato a pieno il suo essere e non la sua disabilità, da utilizzare magari come alibi”.
LO…SPOILER DELL’ESAME DI STATO
Da qui dunque è nata l’idea nel presidente dell’OBL di volere fortemente la nuotatrice come ospite alla convention meneghina di palazzo Pirelli. Durante la cerimonia la campionessa azzurra – che è stata anche premiata dall’Ordine – si è detta “emozionata e onorata”; inoltre la Rabbolini ha spoilerato di aver “sostenuto l’esame di Stato proprio qualche giorno prima”, tra gli applausi del pubblico. Il presidente Rossetto ha espresso la propria felicità e il desiderio di vederla “presto iscritta all’Ordine dei Biologi della Lombardia“.
L’EMOZIONE DELLA CAMPIONESSA
Dal canto suo, commentando l’evento meneghino, l’Olimpionica ha parlato di “serata stupenda” perché comunque “è stata data, anche ai più giovani, la possibilità di poter entrare nel mondo dell’Ordine. Oltretutto il fatto che il dottor Rossetto mi abbia invitata ha costituito, per me, un onore e un orgoglio perché mai me lo sarei  aspettata e mai mi sarei attesa di essere pure premiata!!”. Insomma, ha aggiunto: “è stata un’emozione enorme che sicuramente porterò avanti per un bel po’ di tempo e spero tanto che ci siano altre occasioni del genere. Ovviamente anche per festeggiare ancora la Notte blu”.
TUTORSHIP, UN PROGETTO PREZIOSO
Comunque, ha poi proseguito la Rabbolini a proposito di Tutorship: “volevo dire che il progetto a me ha dato una mano incredibile! Secondo me può essere uno strumento molto, molto valido. Se seguito con la consapevolezza che non si tratta di ‘una perdita di tempo’ da parte dei discenti, è proprio un ottimo modo per confrontarsi e per ripassare o comunque rivedere gli argomenti che non sono stati capiti molto bene. Quindi a me è servito davvero tanto… ed ora spero solo che escano i risultati del mio esame per potermi iscrivere quanto prima all’Ordine dei Biologi della Lombardia!!”.
I COMPLIMENTI DEL CONI
Nota di cronaca: sul palco l’olimpionica ha ricevuto anche i ringraziamenti, per il suo percorso sportivo, da parte del vice presidente del Coni Lombardia Claudio Pedrazzini.

Articoli correlati

Lascia un commento