Home » Biologi ai tavoli tecnici della Regione Lombardia: l’OBL incontra l’assessore all’Ambiente Maione

Biologi ai tavoli tecnici della Regione Lombardia: l’OBL incontra l’assessore all’Ambiente Maione

di admin
468 views

Lo scorso 4 ottobre nei locali dell’assessorato all’Ambiente della Regione Lombardia, il presidente dell’Ordine dei Biologi della Lombardia, dott. Rudy Alexander Rossetto, ha incontrato l’avv. Giorgio Maione, assessore regionale all’Ambiente e al Clima del “Pirellone“. Al centro di quello che è stato il primo momento conoscitivo tra i rappresentanti dei due Enti: la discussione circa il coinvolgimento dei Biologi Ambientali dell’OBL ai tavoli di lavoro tecnico della Regione. Ad oggi, infatti, risulta ancora assente il coinvolgimento dei rappresentanti degli Ordini professionali ai vari tavoli dell’ente lombardo. Circostanza, questa, che sarà colmata a breve proprio con quelli dell’O.B. Lombardia, i primi, in ordine di tempo, a diventarne parte integrante.

LA LETTERA APERTA DEL PRESIDENTE ROSSETTO
La riunione è stata convocata dall’assessore dopo la “lettera aperta” a lui indirizzata da parte del presidente Rossetto con la quale il rappresentante dei Biologi lombardi chiedeva, appunto, l’inserimento dei “camici bianchi” nella task-force allestita dalla Regione (e formata da Comuni, Province, Aria e Arpa) per gestire le criticità immediate e le urgenze in materia di bonifiche.

GRAZIE PER AVER ACCOLTO LA VOCE DEI BIOLOGI
Il dott. Rossetto ha esordito ringraziando l’avv. Maione per la convocazione e per aver accolto “la voce dei biologi che in quella lettera, seppur urlata, semplicemente invocavano un confronto teso a mettere in evidenza il fatto che la categoria dei Biologi fosse a disposizione dell’Ente e pronta a dare il proprio contributo”. Dal canto suo, l’assessore ci ha tenuto a spiegare che la task force in questione aveva più un valore di carattere amministrativo burocratico che tecnico scientifico e che quindi la presenza dei Biologi in quel consesso sarebbe stata infruttuosa. Tuttavia la lettera ha stimolato la riflessione dell’assessore trasformando la proposta del coinvolgimento dei Biologi Ambientali dell’OBL ai tavoli di lavoro della Regione in una vera e propria opportunità.

UN TAVOLO PER TUTTI GLI ORDINI PROFESSIONALI
“Opportunità” che il presidente Rossetto ha accolto con felicità sottolineando il fatto che tale proposta, alla fine, sia arrivata proprio dall’assessorato all’Ambiente. L’idea di costruire un tavolo tecnico con il coinvolgimento di tutti gli Ordini professionali, infatti, è nata da una precisa richiesta avanzata nel corso delle ultime riunioni, dallo stesso presidente dell’OBL, al direttore generale di Regione Lombardia dott. Giovanni Pavesi. Richiesta che il team di Pavesi ha segnato, di buon grado, nell’agenda di valutazione.

ECONOMIA CIRCOLARE: SI’ AL COINVOLGIMENTO DEI BIOLOGI
In ogni caso dall’incontro in Regione – al quale ha preso parte anche il vicepresidente dell’OBL, dott.ssa Marzia Bedoni – è emersa la volontà decisa, da parte dell’assessore Maione, di inserire i Biologi dell’OBL al tavolo di lavoro sull’Economia Circolare dove le tematiche affrontate riguarderanno, in particolare, le bonifiche ambientali, la rigenerazione urbana e la prima legge sul clima a livello territoriale.

ROSSETTO: SIAMO DISPONIBILI DA SUBITO
“Diamo fin da subito la nostra disponibilità” ha risposto Rossetto, ricordando che gli “Ordini professionali hanno una visione d’insieme della categoria e dei territori”. Da qui “l’auspicio che una collaborazione del genere possa crearsi per tutti quanti gli assessorati”. Il presidente dell’OBL si è comunque detto felice che “il primo assessorato coinvolto” fosse proprio quello rappresentato da Maione perché “Salute e sanità passano attraverso l’ambiente e il clima”.

DAI BIOLOGI UN VALIDO AIUTO PER LA REGIONE
Nel suo intervento, inoltre, il presidente Rossetto ha anche evidenziato come i Biologi possano rappresentare, per l’ente lombardo, un “supporto importantissimo per quanto concerne il ramo ambientale e l’one health“. La “Regione – ha fatto notare il rappresentante dei Biologi lombardi – ha a sua disposizione una categoria professionale, la nostra, che potrà rivelarsi di valido aiuto su moltissimi fronti”.

PROGETTO SU INFERTILITA’ E TOSSICOLOGIA
Non a caso, già da tempo, in questa direzione, è in essere un progetto – presentato in un ordine del giorno ed approvato, all’unanimità, nella passata legislatura proprio dalla Regione Lombardia – dedicato al tema della tossicologia ambientale e sull’infertilità, che vede coinvolti diversi colleghi Biologi tra i quali lo stesso presidente Rossetto in qualità di ricercatore.

BIOLOGI IN CLASSE: IL PROGETTO SCUOLA
La discussione con l’assessore Maione è poi proseguita toccando argomenti come il “Progetto Scuola“, l’iniziativa dell’OBL che vede coinvolti i Biologi in un percorso di formazione e informazione degli alunni che parte dalle scuole elementari e arriva fino all’Università. Tale iniziativa, ideata dal presidente Rossetto (e che i Biologi stanno tuttora portando avanti in tutte le province lombarde, sui temi ambientali, comprendente sia una parte teorica che pratica), ha affrontato diverse tematiche focalizzandosi in maniera più specifica, su quelle della Biodiversità e dell’educazione ambientale, che sono anche nei progetti e nelle ambizioni dell’assessorato. In particolare, la parte sulla quale più spingerà l’Ordine dei Biologi della Lombardia, quest’anno, soprattutto nelle scuole secondarie (medie), sarà quella incentrata sull’educazione ambientale.

 

La vicepresidente Bedoni, l’assessore Maione e il presidente Rossetto

Articoli correlati

Lascia un commento