Home » Notte Blu, i ciclisti Ravasi e Chiappucci: “Nutrizione sportiva, l’apporto fornito dai Biologi è fondamentale”

Notte Blu, i ciclisti Ravasi e Chiappucci: “Nutrizione sportiva, l’apporto fornito dai Biologi è fondamentale”

di admin
567 views

Sportivi sugli scudi. Alla “Notte Blu dei Biologi lombardi” non hanno mancato di far sentire la loro voce i campioni Edward Ravasi e Claudio Chiappucci, sia pure attraverso un videomessaggio proiettato durante i lavori della convention andata in scena lo scorso 17 novembre a Milano, in occasione delle celebrazioni del primo anno di vita dell’Ordine dei Biologi della Lombardia (nonché per il 56°anniversario dalla nascita dell’Ordine Nazionale dei Biologi (oggi FNOB).

IL SALUTO AI BIOLOGI LOMBARDI
In particolare, da Ravasi, ciclista professionista (Uae Team ed Eolo Kometa), uno degli scalatori più forti al mondo, e da Claudio “el diablo” Chiappucci, ex ciclista, vicecampione del mondo nel 1994, è arrivato un gradito “saluto a tutti i Biologi, ai rappresentanti del Coni ed al Consiglio regionale della Lombardia“.

IL VIDEOMESSAGGIO DI RAVASI
“Non posso essere lì perché sono a casa, impegnato negli allenamenti in vista dell’inizio della nuova stagione” ha detto Ravasi, ringraziando, in primis, il dott. Rudy Alexander Rossetto, presidente dell’OBL, con il quale, ha rivelato: “ho iniziato la mia carriera da professionista per quanto concerne la parte nutrizionale”. Un’alimentazione corretta, secondo Ravasi è “veramente importante per ottenere una migliore performance”, ma anche “per il benessere e la prevenzione futura di ogni singola persona”. In tutto questo “il ruolo dei biologi è fondamentale” ha concluso lo scalatore.

IL VIDEOMESSAGGIO DI CHIAPPUCCI
“I biologi nutrizionisti? Figure sempre più importanti nel mondo dello sport” ha detto, invece, Claudio “el diablo” Chiappucci nel suo videomessaggio. Ai biologi: “va il mio grazie per il lavoro che svolgono quotidianamente” ha sostenuto Chiappucci riconoscendo l’importante “apporto” fornito dai biologi per quanto concerne “la nutrizione sportiva ai fini prestativi”, ma anche “nella prevenzione di patologie infiammatorie, metaboliche e cardiovascolari in abbinamento alla pratica sportiva e nella prevenzione dei disturbi alimentari, ahimè, sempre più in aumento nei giovani sportivi e che proprio per questo vanno tutelati”. “Ci vedremo sicuramente in presenza la prossima volta” ha concluso “el diablo”.


Clicca qui per leggere cosa ha detto il vicepresidente del Coni Lombardia Claudio Pedrazzini nel suo intervento alla “Notte Blu”

Articoli correlati

Lascia un commento