Home » Notte Blu, l’europarlamentare Tovaglieri: “Biologi, figure strategiche per le sfide del futuro. Pronti a lavorare insieme in Lombardia e in Europa”

Notte Blu, l’europarlamentare Tovaglieri: “Biologi, figure strategiche per le sfide del futuro. Pronti a lavorare insieme in Lombardia e in Europa”

di admin
359 views

“L’importanza strategica” dei Biologi, figure professionali ideali “per affrontare le sfide del futuro”. Lo ha sottolineato l’eurodeputata Isabella Tovaglieri durante il suo intervento alla “Notte Blu” dei Biologi lombardi“, l’evento andato in scena lo scorso venerdì 17 dicembre, nell’auditoriumGaber” del grattacielo “Pirelli” di Milano, ed al quale hanno preso parte, con l’esponente del parlamento di Bruxelles, circa 300 tra biologi, rappresentanti delle professioni sanitarie, del mondo dell’associazionismo e delle istituzioni (Regione, Arpa, Coni, università e terzo settore). Tovaglieri è stata una delle prime a salire sul palco della kermesse meneghina che, lo ricordiamo, è stata promossa e organizzata, in maniera congiunta, dall’Ordine dei Biologi della Lombardia (con il suo presidente dott. Rudy Alexander Rossetto) e dal Consiglio regionale (presieduto dal dott. Federico Romani), per festeggiare il primo anno di vita dell’Ente di rappresentanza professionale dei Biologi lombardi. Un modo a dir poco particolare e assai suggestivo per ritrovarsi e fare festa assieme illustrando i risultati raggiunti dall’OBL dopo 12 mesi di attività. “Una serata speciale” come l’ha definita l’europarlamentare, voluta “innanzitutto per celebrare il prima anno di vita dell’Ordine”, ma “anche un momento di confronto per fare in modo che questa fondamentale categoria di professionisti” possa “misurarsi con i rappresentanti del mondo politico e delle istituzioni” ha aggiunto ancora la Tovaglieri, ribadendo come l’appuntamento del “Pirellone” abbia rappresentato “un’occasione importante per fare il punto sul ruolo della professione del Biologo nel nostro territorio“. “E’ un onore essere qui, è un privilegio far parte di un parterre così qualificato ed è un piacere assistere ad un confronto schietto tra una categoria irrinunciabile quale quella dei Biologi e, appunto, i rappresentanti del mondo politico e delle amministrazioni locali” ha rimarcato l’esponente del Parlamento di Bruxelles. “I Biologi – ha proseguito – svolgono un’attività essenziale in tutti quei settori in cui c’è vita: dall’ambiente all’agricoltura, dalla medicina alla nutrizione”. Una categoria, dunque: “sempre più strategica per raggiungere gli ambiziosi target imposti dall’Unione Europea, in particolare per quanto concerne la sfida della transizione ecologica” che, secondo l’eurodeputata: “va affrontata senza operazioni di marketing o bandiere ideologiche, ma muovendosi sempre all’interno dei binari della scienza e dei dati scientifici”, che rappresentano, poi, “la base da cui partire per raggiungere gli equilibri della cosiddetta sostenibilità ambientale”. Il tutto, ha argomentato la Tovaglieri: “senza sottrarre competitività alle nostre imprese ed ai nostri territori, ma garantendo sempre e comunque crescita e sviluppo”. Per quanto concerne invece la sfida della nutrizione “se ne discute a livello europeo” ha riconosciuto l’europarlamentare, sottolineando come, anche in questo campo “il dato scientifico sia irrinunciabile”. La Tovaglieri ha quindi ringraziato i “camici bianchi” dell’OBL per quello che stanno facendo “nelle scuole della regione” e per come si stanno muovendo “affinché la nutrizione diventi qualcosa di più consapevole”. Il food, in fondo “è cultura, tradizione ed identità” ha ricordato l’esponente politico ribadendo l’importanza del “made in Italy che è copiato ovunque nel mondo”. Poi, rivolta nuovamente ai Biologi, li ha ringraziati per “le battaglie che ci stanno aiutando a combattere per difendere il ‘sistema Italia’ come, ad esempio, quella ingaggiata contro l’etichettatura a semaforo nutriscore che ci dice, ad esempio, che una certa bevandazero‘ è salutare mentre invece il parmigiano reggiano, che è il cuore della Dieta Mediterranea, è da bollino rosso!! Questa è una comunicazione scorretta per il consumatore. Un vero e proprio boicottaggio d’immagine ma anche economico di una delle prelibatezze del nostro Paese che può vantare volumi di fatturato molto ampi”. “Rendiamo dunque merito al lavoro di sensibilizzazione dei Biologi che parte dai più piccoli” ha concluso la Tovaglieri desiderando infine ringraziare “il presidente dell’OBL, dott. Rossetto, per l’invito e la disponibilità a lavorare insieme, in Lombardia ma anche in Europa, per il futuro della nostra regione e per il benessere dei cittadini”. 

Da sinistra: l'eurodeputata Isabella Tovaglieri e la giornalista Silvia Santalmassi
Da sinistra: il presidente dell'OBL Rudy Alexander Rossetto, Tovaglieri e Santalmassi
Rossetto e Tovaglieri
Da sinistra: il presidente dell'OBL Rudy Alexander Rossetto, l'eurodeputata Isabella Tovaglieri e la giornalista Silvia Santalmassi
Tovaglieri e Rossetto
Da sinistra: Emanuele Monti, Vincenzo D'Anna, Rudy Alexander Rossetto ed Isabella Tovaglieri

Articoli correlati

Lascia un commento