Home » Il Ministro della Salute decreta lo scioglimento del Comitato centrale della Fnob

Il Ministro della Salute decreta lo scioglimento del Comitato centrale della Fnob

di admin
1,6K views

Con il decreto 8117/2023 del 10 agosto 2023, il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha decretato lo scioglimento del Comitato Centrale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi.

Con la disposizione viene nominata una Commissione straordinaria di cinque componenti che dovrà procedere alle nuove elezioni del Comitato, amministrando la Fnob fino all’insediamento dei nuovi organi.

 

Leggi il testo del Decreto


Di seguito il commento di Vincenzo D’Anna, già presidente della Fnob.

Rinnovare per operare: andiamo avanti!

“Per aspera ad astra”: gli antichi romani solevano dire che attraverso le asperità si raggiungono le stelle. Non c’è niente al mondo che non costi sacrificio ed impegno. Niente che valga! Ed è con questo sincero augurio di una pronta ripresa delle attività proprie della Federazione degli Ordini territoriali dei Biologi, che vi annuncio lo scioglimento del Comitato Centrale della FNOB da parte del Ministero vigilante, quello della Sanità. Un evento che ho personalmente sollecitato come necessario per ristabilire un clima di collaborazione e di serena operosità in seno all’organo statutario che ha la funzione di coordinare, indirizzare e vigilare sui neo costituiti undici Ordini regionali.

Quali le cause di questa determinazione credo di averle abbondantemente illustrate agli iscritti e non vale la pena ripetersi in questa sede, almeno per quella parte di colleghi che si prendono la briga di seguire le vicende ordinistiche. Purtroppo, costa dirlo, quelli che realmente si informano circa fatti e vicende della FNOB e, prima di essa, dell’ONB, sono una minoranza. Di conseguenza molti saranno quelli che cadranno dalle nuvole o si avventureranno in commenti sprovvisti della reale conoscenza dell’accaduto. E tuttavia bisogna costruire con il materiale che si ha a disposizione! Quello che davvero ancora manca è infatti lo spirito di appartenenza alla categoria e l’interesse per la vita della medesima intesa nella sua generale e complessa attività. Questo resta il grande obiettivo da raggiungere in futuro ed una nuova compagine all’interno della FNOB, coesa e coerente con il mandato elettorale ricevuto dagli iscritti è, non a caso, il presupposto minimo ed essenziale.

Il trasformismo, il solipsismo, l’opportunismo incoerente servono a poco sia ai Biologi che al lavoro che occorre intraprendere. Ho sentimento che questa necessaria fase commissariale, peraltro per legge della durata non superiore a tre mesi, possa consentire l’avvio di una stagione di lavoro, di successi e di obiettivi raggiunti come nei precedenti cinque anni (2017-2022). Ai presidenti regionali il compito di votare per le liste che saranno presentate per il rinnovo del Comitato Centrale della FNOB. Andiamo avanti!

Articoli correlati

Lascia un commento