Home » A Fara Gera d’Adda la prima edizione del “Nutrition & Longevity Festival”, evento organizzato dalla Fondazione Valter Longo con il patrocinio dell’OBL. Il contributo dei Biologi lombardi

A Fara Gera d’Adda la prima edizione del “Nutrition & Longevity Festival”, evento organizzato dalla Fondazione Valter Longo con il patrocinio dell’OBL. Il contributo dei Biologi lombardi

di admin
239 views
Si è parlato di come “nutrizione e sport” cambino “la vita”  nell’area del Parco Adda Nord, lungo il fiume Adda, a Fara Gera d’Adda (Bergamo), nell’ambito della prima edizione del “Nutrition & Longevity Festival“, evento culturale, educativo, di aggregazione e inclusione, organizzato dalla Fondazione Valter Longo con il patrocinio (non oneroso) dell’Ordine dei Biologi della Lombardia, presente con il suo presidente, il dott. Rudy Alexander Rossetto.
fgh
INCONTRI CON ESPERTI DELLA NUTRIZIONE
Nel corso della kermesse, svoltasi lo scorso 1 ottobre in una zona emblematica della provincia bergamasca, nominata, non a caso, dal Ministero della Cultura “Capitale italiana della Cultura 2023“, si sono tenuti masterclass e workshop, ma anche attività sportive e ricreative per tutte le fasce di età con la possibilità, da parte del pubblico presente, di ascoltare esperti e personaggi illustri nel campo della scienza, dell’alimentazione, dello stile di vita, dello sport e dell’esercizio fisico. La kermesse del Parco Adda ha inoltre offerto contenuti inediti e modalità di educazione, formazione e sviluppo innovativi anche in streaming per consentire un maggiore accesso e “democratizzazione” dei contenuti.
fghfgh
PASTA E FAGIOLI, IL PIATTO DELLA…LONGEVITA’
L’evento, voluto dal fondatore della “Fondazione”, il professor Valter Longo, ha inoltre offerto l’occasione per lanciare un concorso culinario per la selezione del miglior piatto della longevità: il “World’s Best Longevity Dish 2023“. Alla fine l’ha spuntata una proposta “sempreverde” a base di…pasta e fagioli, premiata da un’apposita “Giuria Young” composta da studenti selezionati della scuola secondaria di secondo grado (la cui valutazione si è ovviamente basata sul gusto).
fgh
LOMBARDIA, LA REGIONE PIU’ AGRICOLA D’EUROPA
Al festival, come detto, ha partecipato anche l’OBL, presente ai nastri di partenza con il suo presidente, il dott. Rossetto. Il quale non ha mancato di presenziare al concorso culinario. Nota di cronaca: nei tre menù in gara erano compresi i legumi, particolare, questo, che non è sfuggito al rappresentante dei Biologi lombardi e che gli ha dato modo di ricordare ai presenti che “la Lombardia è la regione più agricola d’Europa. Da noi, oltre alle industrie, c’è infatti anche molta agricoltura”.
fgh
BIOLOGI AL SERVIZIO DELLA RICERCA SCIENTIFICA
Il dott. Rossetto ha poi ricordato “quanto siano importanti la nutrizione e l’educazione alimentare, in particolare quest’ultima, che dovrebbe sempre cominciare dai più piccoli”. “Come può l’Ordine dei Biologi coadiuvare la mission della Fondazione del professor Longo? Semplice: unendo le forze e mettendo a disposizione i propri professionisti nel settore della ricerca scientifica” ha risposto, ricordando come l’Ordine dei Biologi della Lombardia abbia scelto di “patrocinare l’evento bergamasco proprio perché crede fortemente nei valori della nutrizione e dell’educazione alimentare”.  E che, proprio in virtù di questo, l’Ente “sarà sempre al fianco di iniziative del genere, utili sì per socializzare ma anche per fare informazione”.
fgh
NUTRIZIONE, L’APPELLO: “AFFIDATEVI AI PROFESSIONISTI”
Da qui l’appello lanciato dal “numero uno” dei Biologi lombardi al vasto pubblico della kermesse: “scegliete di affidarvi ai professionisti sanitari. La nutrizione non è uno scherzo. E’ anzi importantissima per la crescita e per la nostra salute. Scegliere pseudo-nutrizionisti, consiglieri o educatori alimentari può essere non solo sbagliato ma anche molto pericoloso” .
fgh
FORMAZIONE E INFORMAZIONE: IL “PROGETTO SCUOLA” DELL’OBL
La mission dell’Ordine, ha poi proseguito Rossetto, oltre “alla tutela degli iscritti, si fonda molto sull’erogazione di una formazione di qualità. Formazione, dunque, “ma anche informazione”, ha rimarcato ancora il presidente dell’OBL ricordando come proprio di “informazione, circa la figura professionale del Biologo e le sue molteplici competenze, ma anche di benefici della nutrizione, si sia parlato a lungo nel ‘Progetto Scuola‘, l’innovativa iniziativa didattica organizzata dall’Ente di rappresentanza dei Biologi lombardi in molte scuole della regione”.
fgh
AL SUPERMARKET PER UNA SPESA PIU’ ATTENTA
“Abbiamo scelto di portare la formazione e l’informazione nelle scuole (e speriamo presto di poterlo fare anche in quelle della provincia di Bergamo) per informare non solo i bambini, ma anche i loro genitori, che poi, fino a prova contraria, sono quelli che fanno materialmente la spesa al supermarket o in salumeria” ha aggiunto Rossetto invitando “i papà e le mamme a prestare più attenzione alle cose che acquistano” sottolineando come “occorra scegliere con cura gli alimenti senza badare troppo alle mode o ai soliti claims pubblicitari del momento. Per capirci: oggi sono gettonatissimi i cibi a ‘zero grassi’. Ricordiamo però che il grasso fa bene! E’ l’obesità che fa male!! I grassi buoni, infatti, sono fonte di energia”.
fgh
IL PROBLEMA DEL “CARO SPESA”
E a proposito di grasso e obesità: “bisogna anche ammettere che se si va a comprare un alimento valido a livello nutrizionale, questo costa di più” ha sottolineato, con un pizzico di amarezza, il presidente Rossetto, spiegando come questa circostanza gli sia stata evidenziata spesso dai ragazzi, in classe, durante il tour del “Progetto Scuola”. Risultato, ha proseguito il rappresentante dei Biologi lombardi: “purtroppo molte famiglie sono costrette, non solo per un fattore culturale, ma anche per motivi economici, ad acquistare alimenti a basso costo e dunque di bassa qualità. E questo influisce sul sovrappeso di molti ragazzi”. Da qui l’appello ad orientarsi bene tra scaffali e vetrine, perché esistono anche “alimenti poveri”, come i legumi, che sono nemici dell’obesità e che però possono anche essere acquistati a basso prezzo.
fgh
ATTENTI AI FALSI SPOT ED ALLE PUBBLICITA’ INGANNEVOLI
Da qui è giunto l’invito da parte del presidente dell’Ordine dei Biologi della Lombardia a prestare molta attenzione alle pubblicità ingannevoli perché, “se andiamo in un supermercato – ha ammonito il dott. Rossetto – è tutto un bombardamento di claims di prodotti iper proteici. Così i bambini mangiano, ogni giorno, quantità enormi di proteine quando invece dovrebbero mangiare si e no 1/3 di quelle che assumono!! Certi spot sono veramente da prendere con le molle: veicolano e pubblicizzano, infatti, alimenti per il loro contenuto di…zero% di grassi. Poi girate la scatola, leggete bene l’etichetta posta sul retro e, voilà! scoprite che in realtà quel determinato vasetto contiene…18 grammi di zucchero!! Altro che zero grassi!! Ho provato a cercare, in un supermercato, e non sono riuscito a trovarla, una confezione di biscotti con meno di 18 grammi di zucchero e, pensate, di fianco c’erano…biscotti iper proteici”.
fgh
L’APPELLO DEL PRESIDENTE ROSSETTO A ISTITUZIONI E PROFESSIONISTI SERI
Ma chi può fare cosa per aprirci gli occhi rispetto a queste problematiche? Da un lato, devono darci una mano le istituzioni, poi è sempre lo stesso discorso: bisogna affidarsi a professionisti seri e non ad improvvisati…personal trainer che magari prescrivono diete, ma non potrebbero farlo!! I camici bianchi vanno scelti per la loro professionalità e la loro serietà, non certo per il numero di followers che hanno sui social!!” ha rilanciato Rossetto.
fgh
VITA LONGEVA? OK, MA SERVONO CURE E PREVENZIONE
Nel richiamare la “longevità” di cui si parlava nel titolo della kermesse organizzata dalla Fondazione del professor Longo,  il presidente Rossetto ha poi ricordato come “non serva dire che bisogna lavorare per allungarci la vita. Ciò che più conta infatti è arrivarci bene ad una certa età. Insomma: c’è bisogno di uno spirito differente. Va bene la cura, ma senza prevenzione non si va da nessuna parte”.
fgh
IL RUOLO DEI NUTRIZIONISTI NELLA SANITA’ LOMBARDA
Nel corso del suo intervento, il presidente dell’OBL ha anche spiegato come i Biologi Nutrizionisti siano una “parte centrale della sanità lombarda: sono più del 60% dei professionisti che si occupano di nutrizione in regione”. Tra l’altro, molti tra loro, ha fatto notare il presidente, si “sono resi disponibili in occasione della kermesse del parco Adda, per un consulto gratuito”.  Rossetto ha poi invitato tutti i professionisti sanitari “a collaborare tra loro perché il fine unico è sempre quello di dare supporto al paziente che, prima di essere tale, è innanzitutto una persona. Tutte le figure devono lavorare per quello scopo”.
fgh
LO SPORT ENTRA NELLA COSTITUZIONE ITALIANA
Nel ricordare come “sport e nutrizione siano due cose imprescindibili”, il presidente dell’Ordine ha anche ricordato il “riconoscimento epocale” tributato recentemente allo Sport, da parte della Repubblica Italiana, con il suo ingresso ufficiale nella Costituzione “. In pratica, ha argomentato Rossetto: “è stato riconosciuto il valore educativo, sociale e di promozione del benessere psicofisico dell’attività sportiva in tutte le sue forme”. Il che vuol dire che “lo sport è stato riconosciuto come un vero e proprio mezzo di salute ed uno stile di vita, acquisendo una caratura di livello istituzionale”.
L'intervento del presidente Rossetto
Ancora l'intervento del presidente Rossetto
Il presidente Rossetto sul palco durante il suo intervento
Il presidente Rossetto si rivolge al pubblico
Talk con il prof. Longo
Una fase dei lavori
Longo e Rossetto
Longo e Rossetto
Longo e Rossetto
Longo e Rossetto a colloquio
Longo e Rossetto a colloquio
Longo e Rossetto a colloquio

Articoli correlati

Lascia un commento