Home » Lotta alle mafie: i rappresenti della Consulta lombarda degli Ordini professionali riuniti nell’Auditorium di Milano sulle note della Legalità.

Lotta alle mafie: i rappresenti della Consulta lombarda degli Ordini professionali riuniti nell’Auditorium di Milano sulle note della Legalità.

di Ufficio Stampa
114 views

C’erano circa mille persone nell’Auditorium di Milano (Largo Mahler) per assistere al grande concerto di beneficenza voluto e organizzato dagli Ordini professionali per onorare le vittime della mafia. Una serata particolare, quella andata in scena lo scorso 23 maggio, dedicata al giudice Giovanni Falcone, autentico simbolo della “lotta alle mafie” che, proprio nella giornata del 23 maggio del 1992, perse la vita, nella strage di Capaci, con la moglie Francesca Morvillo (anch’ella magistrato) e i tre uomini della loro scorta (Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro).

CHI HA ORGANIZZATO LA KERMESSE
La sala dunque era gremita e particolarmente attenta nell’ascoltare le melodie proposte dall’Orchestra Sinfonica Città di Ferrara, diretta da Michael Summers. Note emozionanti che hanno accompagnato e scandito la serata degli spettatori che rappresentavano quelle che sono le categorie professionali della Consulta degli Ordini di Milano, tra cui l’Ordine dei Biologi della Lombardia presente insieme con l’Ordine dei Commercialisti e degli esperti contabili ma anche con quelli dei Medici, dei Chimici e Fisici, degli Avvocati, degli Infermieri, degli Ostetrici, dei Fisioterapisti, degli Psicologi, tsrm e pstrp, dei Consulenti del lavoro, degli Assistenti sociali e dei Notai.

LA PRESENZA DEI BIOLOGI IN SALA
Per l’OBL, in sala, c’era il presidente Rudy Alexander Rossetto, insieme con il vicepresidente Marzia Bedoni, alla quale il dott. Rossetto ha rivolto “i ringraziamenti” per aver “seguito tutte le attività connesse alla realizzazione di un evento del genere”. Con loro anche il tesoriere Simone Lepre.

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE ROSSETTO
Non solo musica però. Sì, perché, durante il concerto, non sono mancati acuti momenti di riflessione giunti, da subito, sul palco, in apertura della kermesse. “Non schierarsi contro le mafie, non partecipare alla lotta facendo finta che il crimine organizzato non esista, è un qualcosa di inconcepibile. La lotta alla mafia è di tutti! Sì, anche di un Ordine professionale come il nostro, che è un organo sussidiario dello Stato, e di ogni ente pubblico chiamato a rappresentare ciò che amministra” ha detto il presidente dell’OBL Rossetto, esternando, così, il proprio pensiero su quella che ancora oggi è una vera e propria “piaga scoperta” tutta italiana.

CONCERTO GRATUITO
Quanto ricavato nel corso del concerto (comunque gratuito) sarò devoluto alla “Fondazione Buzzi” che, in sinergia con l’Ordine dei Commercialisti milanesi, ha dato vita al progetto “Boccioli di vita” per la realizzazione di una sala operatoria pediatrica.

Articoli correlati

Lascia un commento