Home » “Prospettive e sfide dell’ECM”: a Roma l’evento del Cogeaps-Agenas. Rossetto (OBL): “Sì a nuova formazione sul campo”

“Prospettive e sfide dell’ECM”: a Roma l’evento del Cogeaps-Agenas. Rossetto (OBL): “Sì a nuova formazione sul campo”

di admin
664 views

Prospettive e sfide dell’ECM“: questo il titolo dell’evento organizzato dal Co.Ge.A.P.S. in collaborazione con l’Age.Na.S, svoltosi lo scorso 23 giugno 2023, negli spazi dell’Auditorium della Tecnica, a Roma. Un appuntamento rivolto a tutti gli “attori” del sistema dell’Educazione Continua in Medicina, articolato in due sessioni. Una mattutina (dalle ore 9.30 alle ore 13.00 circa) e l’altra pomeridiana (dalle ore 14.00 alle ore 17.30).

CHI HA PARTECIPATO AI LAVORI
La sessione mattutina, di carattere istituzionale, è stata costellata dai saluti e dagli interventi delle autorità come, in primis, i Ministri dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini e della Salute Orazio Schillaci. Presenti anche l’on. Francesco Zaffini (presidente della Commissione permanente del Senato della Repubblica per gli Affari Sociali, Sanità, Lavoro pubblico e privato, Previdenza sociale); il prof. Silvio Brusaferro (Presidente Istituto Superiore di Sanità); il dott. Raffaele Donini (coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome); la dott.ssa Mariella Mainolfi (Direttore Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del SSN); il dott. Giovanni Migliore (presidente della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere); la dott.ssa Tiziana Frittelli (presidente Nazionale di Federsanità); la prof.ssa Stefania Basili (presidente Conferenza permanente dei Presidenti di Consiglio di Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia); il prof. Carlo Della Rocca (presidente Conferenza permanente delle Facoltà e delle Scuole di Medicina e Chirurgia); la prof.ssa Alvisa Palese (presidente Conferenza permanente dei Corsi di Laurea e Laurea Magistrale delle Professioni sanitarie); il prof. Stefano Ubertini (presidente del Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio); l’avv. Alessia Alesii (dell’Ordine degli Avvocati di Roma coordinatrice Commissione per la Responsabilità Sanitaria); la dott.ssa Maria Vitale (di Cittadinanzattiva) e il prof. Enrico Coscioni (presidente Age.na.s).

IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI SANITARI
Le Autorità hanno espresso consenso unanime nel sottolineare l’importanza di una formazione e di un aggiornamento costante per tutti i professionisti sanitari, come elemento cardine della salvaguardia della salute del cittadino e in ottemperanza dell’Art.32 della Costituzione, che sancisce il diritto alla salute come diritto fondamentale dell’individuo e come interesse della collettività. In particolare, il Ministro Bernini, oltre a sottolineare l’importanza della formazione continua, ha messo l’accento sulle “armonie” tra i diversi saperi. Il Ministro Schillaci, ribadendo il ruolo cardine svolto dai processi formativi nella crescita dei professionisti sanitari e del Sistema Sanitario stesso, ha annunciato che la Commissione Nazionale ECM sarà convocata entro la prima settimana di luglio, per attivare un processo di revisione relativa alla formazione ECM.

VERSO UNA NUOVA FORMAZIONE DI QUALITA’
Nel corso dei vari interventi, si è ribadito che la formazione dovrà essere di qualità, sempre aggiornata e di pari passo con la multidisciplinarietà e la stretta collaborazione tra i professionisti sanitari, sempre nell’ottica della tutela della salute dei cittadini e dell’attenzione alla tematica “One Health“, quindi non solo salute dell’uomo, ma anche degli animali, delle piante e dell’ambiente. Nella sessione mattutina sono intervenuti, nel corso di una tavola rotonda dal titolo “Passato, presente e futuro degli ECM”, anche i presidenti degli Ordini delle Professioni sanitarie, delle rispettive Federazioni e dei Consigli Nazionali: presenti, ovviamente, al tavolo, anche i Biologi.

IL PRESIDENTE ROSSETTO (OBL) COLLEGATO DA REMOTO
Nel caso specifico dei Biologi lombardi, il presidente dell’OBL dott. Rudy Alexander Rossetto si è collegato ai lavori da remoto assieme ad un membro della Commissione Formazione dell’Ordine Lombardo, la dott.ssa Maria Paola Zampella. Pur non potendo intervenire (gli interventi erano infatti consentiti solo agli ospiti fisicamente presenti sul posto) il dott. Rossetto si è in ogni caso detto d’accordo con i rappresentanti delle Federazioni e dei Consigli Nazionali degli Ordini delle professioni sanitarie i quali hanno confermato, all’unanimità, la necessità di una formazione continua e quanto più possibile da effettuarsi sul campo, che permetta di superare le attuali difficoltà e criticità ad oggi riscontrate. Per il presidente Rossetto occorre essere “concordi nel sottolineare la necessità di questo convegno come momento importante sia per l’approfondimento sulle regole attuali in materia di ECM, sia per quanto concerne le opportunità di diversificazione della realtà formativa a disposizione dei singoli professionisti sanitari”.

FORMAZIONE E RIPROGETTAZIONE
A venti anni di vita dell’attuale sistema di formazione continua in medicina “è opportuna una riprogettazione che tenga conto di come il Sistema Sanitario Nazionale ed i suoi principali attori siano cambiati nel tempo, partendo dall’individuazione delle criticità ivi presenti. Il tutto al fine di promuovere il miglioramento stesso del sistema”. Tale cambiamento, è stato fatto notare, non potrà essere disgiunto dai lavori della Commissione nazionale che in tempi brevi, come annunciato dal ministro Schillaci, ritornerà a svolgere il ruolo centrale nel sistema della formazione. Con l’auspicabile evoluzione del sistema ECM si renderà dunque necessaria anche la modernizzazione e la trasformazione del Co.Ge.A.P.S., sempre nell’ottica di garantire ai nostri professionisti una formazione in grado di esaltare il livello e la qualità delle loro prestazioni per fornire al cittadino.

Articoli correlati

Lascia un commento