Road Show Sanità: tappe a Brescia, Cremona e Lecco per l’evento patrocinato a ONB

Continua il “Road Show Sanità”, evento organizzato da Federfarma Lombardia con il patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Biologi, per portare i temi della sanità direttamente sul territorio. Un vero e proprio cammino a tappe che toccherà tutti i capoluoghi di provincia e vedrà protagonisti gli esponenti della sanità lombarda, i rappresentanti dei centri polispecialistici, quelli delle associazioni di pazienti insieme con i professionisti in camice bianco e – durante i talk show – quelli degli Ordini professionali. Agli incontri prenderà parte anche la vicepresidente (e assessore al Welfare) della Regione Lombardia Letizia Moratti e il presidente della Terza Commissione Sanità Emanuele Monti.

Il 19 ed il 27 maggio scorsi, la kermesse itinerante, giunta al suo secondo e terzo appuntamento, ha raggiunto rispettivamente Brescia con l’evento dal titolo “Salute, un bene del territorio. I presidi territoriali e il futuro della Sanità” e poi Cremona, dove ha fatto tappa poche ore dopo l’inaugurazione della Casa di Comunità a Soresina, la prima in provincia di Cremona.

A Brescia, l’assessore Moratti e il presidente Monti hanno illustrato le caratteristiche ed il valore aggiunto della riforma sanitaria da poco messa a punto dalla Regione Lombardia. È stato inoltre ricordato il ruolo delle neonate “Case di Comunità” e quello delle relazioni che dovranno intercorrere queste e le farmacie del territorio, così come anche fra tutti i professionisti sanitari che operano all’interno di queste strutture tra cui, ovviamente, non possono mancare i Biologi, come ci ha tenuto, in tal senso, a ribadire il dott. Rudy Alexander Rossetto, ricordando il protocollo d’intesa firmato nei giorni scorsi a Bergamo, su delega del presidente dell’ONB Vincenzo D’Anna, alla presenza dell’Assessore Moratti, tra l’ATS di Bergamo e l’Ordine Nazionale dei Biologi che prevede, appunto, il coinvolgimento dei Biologi all’interno delle Case di Comunità. Protocollo che si è voluto portare come esempio e base da replicare in tutte le ATS della Lombardia. Proprio durante l’incontro di Brescia il dott. Rossetto ha discusso con il direttore Generale dell’ATS della Montagna dott. Raffaello Stradoni con il quale si sta organizzando un incontro il prossimo 20 luglio a Sondrio, per poter discutere di eventuali sinergie da stringere con i Biologi del territorio di competenza di quell’ATS ed ASST.

Nella serata bresciana è intervenuta anche la presidente di Federfarma Annarosa Racca che ha ringraziato tutti i farmacisti e le rispettive farmacie “per il servizio ed il lavoro svolto durante i mesi difficili della pandemia”, ricordando che le “farmacie hanno rappresentato l’unità di primo soccorso in tantissime occasioni nelle ore più buie dell’emergenza sanitaria”, la quale ha intrattenuto uno scambio con il dott. Rossetto su temi ed eventuali future collaborazioni da portare all’attenzione del nostro presidente.

Inoltre, era presente anche il Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Brescia dott. Francesco Rastrelli con il quale il dott. Rossetto per nome e conto del presidente dell’ONB D’Anna, sta discutendo per avviare future collaborazioni e sinergie tra Biologi e Farmacisti Bresciani.

La tappa successiva del Road Show, come dicevamo, si è svolta a Cremona lo scorso 27 maggio nei locali della Camera di Commercio, alla presenza della vicepresidente regionale Letizia Moratti, del primo cittadino Gianluca Galimberti (il quale, nel suo intervento, ha sottolineato come la cura dei pazienti “debba andare oltre il concetto di ospedale”) e di Rosanna Galli, Presidente Federfarma Cremona.

Sono intervenuti anche Emanuele Monti, presidente Commissione III Sanità e politiche sociali Regione Lombardia; Ida Ramponi, direttore generale ASST Crema; Giuseppe Rossi, direttore generale ASST Cremona; Salvatore Mannino, direttore generale ATS Valpadana e Daniele Generali, direttore SC multidisciplinare di Patologia Mammaria e Ricerca Traslazionale ASST Cremona.

A margine del roadshow cremonese, è intervenuto per nome e conto del presidente dell’ONB Vincenzo D’Anna il dott. Rudy Alexander Rossetto, che in un’intervista ha spiegato la presenza, in termini di patrocinio, dell’Ordine dei Biologi, durante tutto il percorso di approfondimento della riforma sanitaria lombarda. Il dott. Rossetto ha dichiarato che l’Ordine ha fortemente voluto questo supporto. “I Biologi – ha detto Rossetto – sono parte attiva ed integrante del sistema sanitario nazionale, grazie al senatore D’Anna, fin dal 2018 quando sono diventati essi stessi figure sanitarie”.

Il Biologo, d’altronde, è importante in tutti i settori, non solo in quello della laboratoristica. Anche durante la pandemia, l’apporto di questa categoria professionale, pure in termini di prevenzione, si è rivelato decisivo. Il patrocinio dell’ONB al roadshow di Federfarma sta a rappresentare, appunto, la voglia di coesione e di collaborazione tra le figure sanitarie, la voglia di unione in direzione delle persone, prima che dei pazienti.

Roadshow sanità, il pubblico in sala

Il prossimo appuntamento del Road Show Sanità sarà a Lecco il 17 giugno (clicca qui per il programma).

Per partecipare alle prossime tappe dell’evento (Lecco 17 giugno; Bergamo 29 giugno e Pavia 1 luglio) occorre inoltrare l’adesione alla mail: lombardia@onb.it