Home » Obl-Università Milano-Bicocca: patto per corsi post laurea e master. Il futuro dei Biologi lombardi passa da qui

Obl-Università Milano-Bicocca: patto per corsi post laurea e master. Il futuro dei Biologi lombardi passa da qui

di Ufficio Stampa
1,2K views

Lo scorso 14 dicembre, a Monza, nella sede del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano-Bicocca, il dott. Rudy Alexander Rossetto e la dott.ssa Marzia Bedoni, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Ordine dei Biologi della Lombardia, sono stati ricevuti dai rappresentanti del Corso di Laurea Magistrale (CdLM) in Biotecnologie Mediche dell’ateneo meneghino: prof.ssa Raffaella Meneveri (presidente del Consiglio di Coordinamento Didattico del CdLM in Biotecnologie Mediche), prof. Rosario Musumeci (docente del CdLM, nonché membro della commissione Job Placement del Corso di Studio), prof.ssa Paola Palestini (docente del CdLM, oltre che direttore del Master ADA – Alimentazione e Dietetica Applicata) e dott.ssa Francesca Raimondo (docente del CdLM e membro della commissione di Assicurazione della Qualità del CdS).

OBIETTIVO: CONNESSIONE CON L’OBL
L’incontro è stato organizzato allo scopo di creare una “connessione” tra università ed ente di rappresentanza professionale dei biologi, per aumentare la consapevolezza dei vantaggi che l’iscrizione all’Ordine può offrire ai neo-laureati ed ai docenti, nonché per migliorare l’offerta dei tirocini, di tesi di laurea e dei percorsi post-laurea.

LE PECULIARITA’ DELL’ORDINE
I docenti del Corso di Laurea in Biotecnologie Microbiche hanno chiesto ai rappresentanti dell’Obl di presentare le peculiarità dell’Ente da loro rappresentato. Ha quindi preso la parola il presidente, dott. Rossetto, il quale, dopo aver presentato l’Ordine attraverso il numero di iscritti e le varie realtà che lo caratterizzano è passato ad elencare e ad approfondire sia i diritti che i doveri di quanti praticano la professione di biologo. Il presidente dell’OdB Lombardo ha anche illustrato i servizi che la nuova amministrazione dell’Ordine sta realizzando e progettando per gli iscritti, focalizzando l’attenzione sulla valorizzazione della professione e sul recupero di posizionamento/attrattività del ruolo del Biologo, in contesti che spaziano dalla cura alla qualità della salute umana (healthcare e welfare) fino al miglioramento delle condizioni ambientali e nutrizionali. Il tutto in una realtà di localizzazione regionale che rappresenta la massima espressione di dinamismo innovativo ed efficienza tra le diverse macroaree del Paese.

DIRITTI E DOVERI DEL BIOLOGO
Tra i diritti/doveri del biologo il presidente Rossetto ha citato: l’obbligatorietà dell’iscrizione all’Ordine per tutti coloro che vogliano o debbano operare in qualità di Biologi, spiegando, altresì, le conseguenze giuridiche nel non ottemperare a tali obblighi. Il “numero uno” dell’Ente di rappresentanza professionale dei biologi lombardi ha poi continuato presentando i servizi per il biologo che opera in regione Lombardia e che spaziano dalla formazione continua alle agevolazioni direttamente erogate dall’Ordine piuttosto che attraverso le convenzioni.

VISION, OBIETTIVI E PROGETTI
E’ seguita una discussione in merito alla vision e agli obiettivi/progetti che l’amministrazione dell’Obl ha intenzione di perseguire a vantaggio degli iscritti e degli Enti collaboratori. I rappresentanti dell’Ordine hanno quindi chiesto ai docenti dell’ateneo Milano-Bicocca di descrivere le caratteristiche del corso di studio.

I CORSI DI BIOTECNOLOGIE MEDICHE
In particolare, la prof.ssa Meneveri ha presentato brevemente le peculiarità dei Corsi di Biotecnologie presenti in Ateneo soffermandosi a dettagliare il Corso Magistrale di Biotecnologie Mediche che insiste presso la sede di Monza. Inoltre, nel relazionare l’andamento del Corso in termini di risultati recenti, la docente ha anche illustrato brevemente quanto riportato nella scheda di monitoraggio annuale 2022, evidenziando il buon andamento del CdS, con indicatori in linea o superiori alla media regionale e nazionale per quel che riguarda la progressione di carriera degli studenti e ottenimento del titolo di studio, e opinioni degli studenti superiori alla media di Ateneo per quanto riguarda la soddisfazione complessiva e l’efficacia della didattica del CdS.

DOTTORATI E SCUOLE (RICERCA E SPECIALIZZAZIONE)
Il prof. Musumeci, dal canto suo, ha fatto notare come una buona parte dei laureati del CdLM, prima di affacciarsi al mondo del lavoro, continui il percorso di studio frequentando corsi di Dottorato di Ricerca o le Scuole di Specializzazione per i non medici; è stato anche sottolineato come il titolo di Specializzazione (Genetica Medica, Patologia Clinica e Biochimica Clinica, Microbiologia e Virologia, ecc.) sia necessario per poter lavorare presso laboratori di analisi e aziende ospedaliere, ma anche nella direzione medica di aziende farmaceutiche, facendo progredire i biologi/biotecnologi verso ruoli di responsabilità in ambito sanitario come ad esempio la dirigenza biologica/biotecnologica di reparti di Medicina di Laboratorio di strutture ospedaliere.

LE DIVERSE PROPOSTE PER GLI STUDENTI
La prof.ssa Meneveri ha riferito che circa il 15-20% degli studenti si reca all’estero durante il biennio della magistrale; quindi è passata ad illustrare le diverse proposte per gli studenti del CdS:
Programma Doppia laurea: l’Ateneo e l’Université Paris-Cité hanno avviato un programma di studi congiunto, per un numero limitato di studenti selezionati, finalizzato al conseguimento del doppio titolo di studio, Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche, Università di Milano – Bicocca e Master Europeo di Genetica, Université Paris-Cité. A tale programma possono accedere anche gli studenti dei CdLM in Biotecnologie Industriali e Biologia dell’Ateneo, in genere 2 studenti per ogni CdLM. Gli studenti selezionati frequentano i corsi e danno gli esami durante il primo semestre presso l’Université Paris-Cité, e da gennaio frequentano i laboratori per la tesi di laurea, che viene discussa a Parigi in giugno e presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia del Campus di Monza a luglio o ottobre. Allo stesso tempo alcuni studenti dell’Université Paris-Cité (fino ad un massimo di 6) scelgono di frequentare gli insegnamenti del primo semestre di uno dei tre CdLM in convenzione: negli ultimi 3 anni tutti gli studenti provenienti da Parigi hanno scelto di frequentare il CdS dell’ateneo meneghino.
Erasmus Traineeship (EU e Extra EU): gli studenti possono usufruire di un massimo di 12 mesi all’estero, presso centri di ricerca universitari e non. Sono attualmente in atto convenzioni di Ateneo con alcuni Istituti, ed è possibile stipulare convenzioni nuove con i laboratori che sono disponibili ad ospitare gli studenti del CdS.

MASTER IN ALIMENTAZIONE E DIETETICA APPLICATA
Continuando la presentazione dell’offerta formativa post-laurea del CdLM e di altri Corsi per Biologi e Biotecnologi, la prof.ssa Palestini ha descritto il Master ADA “Alimentazione e Dietetica Applicata”, Master di secondo livello dell’Università di Milano-Bicocca, giunto quest’anno alla 10° edizione. Il percorso didattico si rivolge a neolaureati per approfondire le conoscenze relative all’Alimentazione umana nelle diverse condizioni fisiologiche e in particolari condizioni patologiche, per apprendere nozioni per programmare e promuovere interventi di educazione alimentare, per pianificare e per gestire le attività nell’ambito dei servizi di dietetica di collettività. Ai professionisti consente di approfondire conoscenze relative all’Alimentazione umana nelle diverse condizioni fisiologiche e in particolari condizioni patologiche, applicabili al loro campo di competenza medica. Il Master riscuote ogni anno grande successo di partecipazione e coloro che acquisiscono il titolo si ritrovano come iscritti all’Ordine dei Biologi per la Regione Lombardia per proseguire con la loro attività professionale orientata ad esempio al ruolo di nutrizionista. Nell’anno 2024 sarà presente nell’offerta formativa di UNIMIB anche il corso di perfezionamento “Alimentazione nell’Attività Sportiva (SportAl)” che ha l’obiettivo di sviluppare la capacità e le competenze idonee ad indirizzare soggetti di tutte le età a una corretta alimentazione correlata allo svolgimento dell’attività fisica praticata.

L’OBL CONCEDERA’ IL PATROCINIO
La prof.ssa Palestini ha chiesto di avere il patrocinio da parte dell’Ordine per entrambe le attività di formazione post laurea. Il dott. Rossetto, nel confermare la disponibilità dell’Ordine nella concessione del patrocinio, ha comunicato l’interesse dell’Obl stesso in ambito di nutrizione e di quanto appreso dalla prof.ssa Palestini, riferendo di alcune attività in corso e in fase di progettazione con altri Enti, aprendo pertanto alla possibilità di strutturare nuovi percorsi per gli iscritti in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca.

OBL PRONTO A COLLABORARE
Il dott. Rossetto ha quindi messo a fuoco quale possa essere il ruolo dell’Ordine dei Biologi per la Lombardia nel collaborare proattivamente con il CdLM in Biotecnologie Mediche e più in generale con l’Università di Milano-Bicocca, definendo tre tipi di supporti:
1. Patrocinio di attività promosse dall’Università e/o create in collaborazione tra Università ed Ente.
2. Organizzazione di incontri di orientamento in uscita (Job Placement) individuando le possibili aree professionali aperte alle Biotecnologie Mediche.
3. Collaborazione nell’istituzione di Dottorati Industriali, mettendo in contatto le aziende con l’Università.
La riunione, prima dei saluti conclusivi, ha avuto termine con una foto di gruppo degli intervenuti scattata nella Hall del Dipartimento di Medicina.

Articoli correlati

Lascia un commento